Cari Amici,

il Venerabile Ghesce Dorji Wangchuk, nuovo Maestro residente dell‘Istituto Samantabhadra, proseguirà gli insegnamenti sul “Lam Rim Chen Mo, Il Grande Trattato sugli Stadi del Sentiero dell’Illuminazione Di Lama Tsong-Kha-pa” (martedì 2, 09, 16, 30). Il Lam Rim è conosciuto come la presentazione dei livelli del sentiero buddhista relativo ai tre tipi di praticanti ed anche come il “Re delle istruzioni”  in quanto mostra il procedere parallelo della visione filosofica e del giusto comportamento. L’edizione italiana del Lam Rim Chen Mo è stata pubblicata dall’Istituto Samantabhadra nel 2008  e si compone di tre volumi che ricalcano fedelmente lo schema di suddivisione dei capitoli e la ramificazione degli argomenti dell’edizione originale inglese (Snow Lions di Ithaca). Si può fare richiesta del testo di studio presso la segreteria dell’Istituto. Gli insegnamenti inoltre vengono trasmessi gratuitamente sulla nostra pagina facebook. 
Il nuovo ciclo di insegnamenti verrà tradotto da Heda Klein.

Domenica 7, il Venerabile Ghesce Dorji Wangchuk proseguirà gli insegnamenti avente come oggetto“Mudra e strumenti rituali”, spiegandoci alcuni dei mudra più significativi e insegnandoci ad usare alcuni strumenti rituali (Dorje, Campana, Damaru, cimbali…). Mudra ( letteralmente “sigillo”) è un gesto simbolico delle mani o delle dita, insieme alle asana (posizioni) sono utilizzate nella pratica meditativa yoga. Il mudra può agire sul piano fisico, energetico e/o spirituale. I mudra vengono usati molto nel buddhismo tibetano, sono movimenti, gesti, danze delle mani che vanno a completare tecniche, pratiche e meditazioni atte al raggiungimento dell’illuminazione, ma i mudra vengono praticati anche durante le cerimonie come ad esempio nelle cerimonie di iniziazione

Domenica 28 il Venerabile Ghesce Dorji Wangchuk proseguirà anche l’insegnamento su come “Preparare e cantare la Guru Puja”. La Guru Puja è qualcosa di realmente straordinario per i praticanti del Dharma, si tratta di un rituale di preghiera scritto dal grande illuminato Pancen Lobsang Ciöky Ghialtsen nel XVII secolo, le melodie di intonazione si traggono invece da Ghialwa Ensapa, detto lo Yogi Veloce per la rapidità con cui ottenne l’Illuminazione. Il cuore della Guru Puja è costituito dallo Tsog (offerta) che viene dedicata a tutti gli esseri dei sei reami, a tutti i Buddha ed esseri illuminati e al Maestro.

L’Istituto si finanzia unicamente con le offerte. Non c’è prezzo per gli insegnamenti del Buddha: il Dharma è troppo prezioso, lo si può ricevere solo in dono. Se oggi possiamo ancora ricevere i preziosi Insegnamenti del Buddha da Maestri altamente qualificati, è grazie ai praticanti e ai volontari che con il loro contributo e impegno sostengono da oltre 30 anni l’Istituto Samantabhadra. Per coprire le spese di affitto e di gestione che ci permetteranno di continuare le nostre attività, ognuno è invitato a fare un’offerta.