Cari Amici,

il Venerabile Ghesce Dorji Wangchuk, nuovo Maestro residente dell‘Istituto Samantabhadra, proseguirà gli insegnamenti sul “Lam Rim Chen Mo, Il Grande Trattato sugli Stadi del Sentiero dell’Illuminazione Di Lama Tsong-Kha-pa” (martedì 4, 11, 18, 25). Il Lam Rim è conosciuto come la presentazione dei livelli del sentiero buddhista relativo ai tre tipi di praticanti ed anche come il “Re delle istruzioni”  in quanto mostra il procedere parallelo della visione filosofica e del giusto comportamento. L’edizione italiana del Lam Rim Chen Mo è stata pubblicata dall’Istituto Samantabhadra nel 2008  e si compone di tre volumi che ricalcano fedelmente lo schema di suddivisione dei capitoli e la ramificazione degli argomenti dell’edizione originale inglese (Snow Lions di Ithaca). Si può fare richiesta del testo di studio presso la segreteria dell’Istituto. Gli insegnamenti inoltre vengono trasmessi gratuitamente sulla nostra pagina facebook. 
Il nuovo ciclo di insegnamenti verrà tradotto da Heda Klein.

Con l’occasione della festività del Sakadawa (Nascita Illuminazione e Paranirvana di Buddha Shakyamuni) nel corso del mese si susseguiranno una serie di eventi per celebrare questa importante ricorrenza buddhista: Sabato 8 il Venerabile Ghesce Dorji Wangchuk condurrà il “Ritiro e accumulazione di mantra di Buddha Shakyamuni”. Buddha Shakyamuni ha spiegato che i nostri problemi e la nostra sofferenza sono causati dalla nostra stessa mente e che trasformandola sarà possibile ottenere un’autentica, durevole pace interiore. La profonda conoscenza della mente può essere particolarmente utile nella società contemporanea, dove frustrazione, ansia e infelicità sembrano sempre più diffuse, nonostante il progresso economico e tecnologico. Domenica 9 “Le Quattro Nobili Verità”, insegnamenti del Venerabile Ghesce Dorji Wangchuk. Il giorno di Sakadawa Lunedì 17 è la ricorrenza dell’Illuminazione, dell’entrata nel Parinirvana e della nascita di Buddha Shakyamuni. Come sapete è un giorno speciale nel quale le azioni compiute hanno un potenziale molto “potente ” nel dare i corrispondenti risultati. Quindi impegnarsi in azioni positive che creano felicità, benessere, pace e crescita, sarà di grande beneficio perchè i risultati che matureranno saranno considerevoli, i meriti sono moltiplicati. Lo stesso vale per le azioni distruttive che creano sofferenza a noi stessi e agli altri e dobbiamo quindi essere molto attenti e prudenti.

In occasione del Sakadawa Ghesce La guiderà una Guru Puja con Offerta dello Tsog.

Domenica 23 ilMaestro e Amico Spirituale Mario Thanavaro terrà un sSeminario di meditazione Vipassana sul tema “Impermanenza perdita lutto sofferenza e Pace – Riflessioni psicologiche e buddhiste”

I maestri e le maestre di tutti i tempi hanno da sempre dato grande rilievo alla consapevolezza dell’unità del processo vita-morte per insegnarci il “buon vivere e il buon morire”. Questa consapevolezza ci permette di vivere pienamente senza limiti, attimo per attimo sapendo che ogni momento potrebbe essere l’ultimo. E’ importante essere pienamente consapevoli che la morte non è altro che un’altra nascita e che la nascita non è altro che un’altra morte nel ciclo del continuo divenire. Se l’esperienza della morte, piuttosto che alla fine della vita, viene considerata all’interno di un continuo processo vita-morte comprenderemo che essa è solo un passaggio da uno stato di coscienza, limitato dall’identificazione con il corpo, ad uno stato di coscienza ove l’accesso alle più alte realtà spirituali sono possibili in questa stessa vita. 

L’Istituto si finanzia unicamente con le offerte. Non c’è prezzo per gli insegnamenti del Buddha: il Dharma è troppo prezioso, lo si può ricevere solo in dono. Se oggi possiamo ancora ricevere i preziosi Insegnamenti del Buddha da Maestri altamente qualificati, è grazie ai praticanti e ai volontari che con il loro contributo e impegno sostengono da oltre 30 anni l’Istituto Samantabhadra. Per coprire le spese di affitto e di gestione che ci permetteranno di continuare le nostre attività, ognuno è invitato a fare un’offerta.