Cari Amici,

per il mese di Gennaio, il Venerabile Ghesce Ngawang Dhondup condurrà gli insegnamenti del martedì con spiegazioni e sessioni di meditazione dal titolo “Meditare per migliorarsi” (martedì 07, 14, 21, 28). Per “meditazione” si intendono genericamente tutta una serie di pratiche contemplative che mirano a sviluppare una maggiore concentrazione e consapevolezza di se stessi. Nel buddhismo tibetano, la parola corrispondente è “Gom”, il cui significato è semplicemente quello di “abituarsi” o “familiarizzarsi”, in pratica esercizi che hanno la finalità di sviluppare in noi l’abitudine, la consuetudine, nei confronti di un certo tipo di comportamento e di visione del mondo. Il modo di comportarsi e di vedere il mondo proposto dalla meditazione buddhista tibetana, è un modo di comportamento etico e morale, che mira in tutti i modi a non danneggiare nessun essere vivente, ma che cerca anzi di beneficiarne quanti più possibile. È un tipo di visione che coglie direttamente l’interdipendenza di tutte le cose e di tutti gli uomini in una fittissima relazione di “causa ed effetto”.

Il venerabile Ghesce Wangchuk Wangchuk darà insegnamenti in due sessioni su “I dodici anelli dell’Interdipendenza” (Domenica 12 Gennaio, Domenica 16 Febbraio). Questi insegnamenti sono un’occasione per renderci conto da dove provengono le nostre continue sofferenze, di come l’ignoranza ci trattenga nella prigione karmica e di come creiamo i nostri stessi problemi mentre ci affanniamo vita dopo vita.

Domenica 19 i monaci di Gaden Jangste Tsawa Khangtsen condurranno un “Ritiro di Tara” con spiegazioni, meditazioni, recitazione di mantra e Puja di Tara. Tara Verde rappresenta tutte le attività illuminate di tutti i Buddha. La sua pratica elargisce straordinarie benedizioni ed è particolarmente efficace in una larghissima varietà di situazioni, quali ostacoli, interferenze, malesseri causati da spiriti maligni, epidemie, sofferenze causate da esseri umani. Guerre, conflitti, litigi si pacificano e si risolvono per il potere di Tara.

L’Istituto si finanzia unicamente con le offerte. Non c’è prezzo per gli insegnamenti del Buddha: il Dharma è troppo prezioso, lo si può ricevere solo in dono. Se oggi possiamo ancora ricevere i preziosi Insegnamenti del Buddha da Maestri altamente qualificati, è grazie ai praticanti e ai volontari che con il loro contributo e impegno sostengono da oltre 30 anni l’Istituto Samantabhadra. Per coprire le spese di affitto e di gestione che ci permetteranno di continuare le nostre attività, ognuno è invitato a fare un’offerta.  

Per orari e dettagli degli eventi si prega di visualizzare il programma completo.