Meditare per migliorarsi


Dettaglio eventi

Questo evento si ripete dal 7 Gennaio 2020 fino al 28 Gennaio 2020. Il prossimo appuntamento sarà il 21 Gennaio 2020 18:30


Martedì 7, 14, 21, 28 | dalle 18:30 alle 20:00

Meditare per migliorarsi

Spiegazioni e sessioni di  meditazione condotti da Ghesce Ngawang Dhondup

Traduzione dal tibetano Heda Klein

Per “meditazione” si intendono genericamente tutta una serie di pratiche contemplative che mirano a sviluppare una maggiore concentrazione e consapevolezza di se stessi.

Nel buddhismo tibetano, la parola corrispondente è “Gom”, il cui significato è semplicemente quello di “abituarsi” o “familiarizzarsi”, in pratica esercizi che hanno la finalità di sviluppare in noi l’abitudine, la consuetudine, nei confronti di un certo tipo di comportamento e di visione del mondo.

Il modo di comportarsi e di vedere il mondo proposto dalla meditazione buddhista tibetana, è un modo di comportamento etico e morale, che mira in tutti i modi a non danneggiare nessun essere vivente, ma che cerca anzi di beneficiarne quanti più possibile. È un tipo di visione che coglie direttamente l’interdipendenza di tutte le cose e di tutti gli uomini in una fittissima relazione di “causa ed effetto”.

Per realizzare in modo stabile e spontaneo questi due tipi di attitudini all’interno della nostra mente, la tradizione del buddhismo tibetano propone due gruppi di meditazioni che vengono chiamate “meditazione analitica”( Lak Tong ) e “meditazione concentrativa” (Shinè). La prima è un tipo di meditazione nella quale viene usata la sfera concettuale ed il pensiero, per riflettere profondamente su alcuni argomenti di studio, quale ad esempio la “reale natura di tutte le cose”.

La meditazione concentrativa è un tipo di meditazione nella quale non viene usata la mente concettuale, ma tutta l’attenzione viene indirizzata fermamente su un oggetto univoco, che a seconda dei casi, può essere il proprio respiro, la propria mente, un oggetto visualizzato di fronte a sé, oppure una formula vocale (Mantra).

Offerta volontaria.

Informazioni e prenotazioni:

samantabhadra@samantabhadra.org

tel 3400759464 (anche WhatsApp)