Lodi a Tara


Dettaglio eventi


Sabato 26 | dalle 18:00

Venerabile Ghesce Ngawang Dhondup 

Lodi a Tara

Omaggio a Tara, l’eroina, la veloce, i cui occhi splendono di luce folgorante, sorta dallo stame del ore di loto aperto del Signore dei tre mondi (Avalokiteshvara). 

Sarebbe sufficiente anche solo citare quello che la tradizione cita circa le origini di Tara per comprendere l’importanza delle lodi a lei riservate: “Avalokiteshvara, commosso per la sofferenza degli esseri, lasciò cadere una lacrima che si trasformò in un lago. Dal lago sorse un loto che, una volta aperto, rivelò Tara”. Tara rappresenta l’energia femminile primordiale e la saggezza, la madre di tutti i Tathagata e dei vittoriosi le cui 21 Lodi sono utili a sconfiggere le paure, allontanare i demoni. 

Grazie a questa pratica è possibile distruggere le negatività, le afflizioni della mente come collera, attaccamento, visioni errate, ignoranza orgoglio, dubbio e tutto ciò che produce sofferenza interiore, ma sono anche un metodo efficace per allontanare tutti i pericoli esterni. 

a seguire dalle 19:30 Cena in Musica

Cena vegetariana condivisa: tutti i partecipanti sono pregati di portare un piatto vegetariano, dolci o bevande e insieme condivideremo il cibo portato da tutti. 

Musica Jazz suonata dal sassofonista Carmine Quintiliani

Evento ad offerta libera