Insegnamento su “mudra e strumenti rituali”


Dettaglio eventi


Domenica 24 | dalle 10:00 alle 16:00

Venerabile Ghesce Dorji Wangchuk

Insegnamento su “mudra e strumenti rituali”

Il nostro Maestro ci spiegherà e insegnerà alcuni dei mudra più significativi e ci insegnerà ad usare alcuni strumenti rituali (Dorje, Campana, Damaru, cimbali…)

Potete portare i vostri strumenti rituali per esercitarvi.

Mudra ( letteralmente “sigillo”) è un gesto simbolico delle mani o delle dita, insieme alle asana (posizioni) sono utilizzate nella pratica meditativa yoga. Il Mudra può agire sul piano fisico, energetico e/o spirituale. I mudra vengono usati molto nel buddhismo tibetano, sono movimenti, gesti, danze delle mani che vanno a completare tecniche, pratiche e meditazioni atte al raggiungimento dell’illuminazione, ma i mudra vengono praticati anche durante le cerimonie come ad esempio nelle cerimonie di iniziazione

Nel buddhismo tibetano, ricco di simboli ed oggetti rituali, ampia rilevanza è stata data al significato della parola Dorje, in tibetano, o Vajra, in sanscrito: il fulmine, o diamante, che distrugge tutti i tipi di ignoranza, essendo esso stesso indistruttibile, principio di liberazione spirituale e mentale sul quale si basa la filosofia tibetana.

Il Dorje rappresenta infatti la fermezza di spirito ed il raggiungimento di un’elevata virtù trascendentale in grado di guidare verso la Verità, distruggendo l’inconsapevolezza.

Nell’iconografia e nei riti del buddhismo tibetano il Dorje è sempre accompagnato da una Campana, ed assieme questi due simboli rappresentano gli opposti che convivono: la campana è infatti simbolo  del lato femminile, del diamante, del corpo fisico, mentre il Dorje lo è del lato maschile, del tuono e della mente. Durante i riti buddhisti, il Dorje è tenuto nella mano destra, mentre la campana nella sinistra.

I cimbali sono strumenti musicali a percussione e appartengono alla famiglia degli idiofoni ciò significa che il loro suono è prodotto dalle vibrazioni dello stesso materiale con il quale sono costruiti. Il suono dei cimbali è puro, penetrante e lungo. Vengono usati dai monaci durante le Puja

Il Damru (o Damaru) è un piccolo tamburo a due teste, tipico delle tradizioni induiste e buddiste. Si suona con una sola mano: intorno alla vita del Damru sono legati due cordini con due perline che, attraverso il movimento ondulatorio del polso, producono il suono.

Nel buddismo è utilizzato nei rituali e nelle pratiche legate al Tantra.

Orari:

Dalle ore 10:00 alle 12:30 e dalle 14:00 alle 16:00 

(pausa pranzo preparato dai monaci).

Necessaria la prenotazione.

offerta consigliata: euro 25,00 pranzo incluso.

Informazioni e prenotazioni:

samantabhadra@samantabhadra.org

tel 3400759464 (anche WhatsApp)