Felice Losar 2019

Cari Amici,

Il Capodanno tibetano, conosciuto anche come Losar, è la festa più importante del calendario tibetano. Quest’anno festeggeremo il nuovo anno (Anno del maiale, elemento Terra, 2146) con due eventi presso il nostro centro: martedì 5 il Venerabile Ghesce Dorji Wangchuk ed i monaci del monastero, guideranno una “Guru Puja con offerta dello Tsog”, mentre sabato 9 i “Festeggiamenti per il Nuovo Anno” inizieranno con un breve incontro con Ghesce La, per proseguire con una puja di Palden Lhamo ed a seguire una cena tibetana cucinata dai nostri amici monaci.

Domenica 10, i monaci del  monastero Gaden Jangtse Tsawa Khangtsen, eseguiranno una “Puja del Buddha della Compassione” presso il centro YoginEur (www.yogineur.com). La Puja, le cerimonie di preghiera e i rituali costituiscono una parte importante della pratica buddhista, hanno l’obiettivo di invocare le benedizioni dei Buddha nei confronti di tutti gli esseri, per aiutarli ad  avere una vita più serena allontanando le negatività e gli ostacoli. Sono eseguite nel loro stile unico e tradizionale, cantate con differenti toni ritmici e accompagnate dal suono degli strumenti musicali rituali: la campana e il dorje, i cimbali, i damaru,e gyaling(trombe).

Durante l’evento sarà allestito un mercatino solidale con artigianato tibetano realizzato in India dai rifugiati tibetani.

Da martedì 12 inizierà un nuovo ciclo di insegnamenti del nostro Venerabile Ghesce Dorji Wangchuk, nuovoMaestro residente dell‘Istituto Samantabhadra, sul “Lam Rim Chen Mo, Il Grande Trattato sugli Stadi del Sentiero dell’Illuminazione Di Lama Tsong-Kha-pa” (martedì 12, 19, 26). Il Lam Rim è conosciuto come la presentazione dei livelli del sentiero buddhista relativo ai tre tipi di praticanti ed anche come il “Re delle istruzioni”  in quanto mostra il procedere parallelo della visione filosofica e del giusto comportamento. L’edizione italiana del Lam Rim Chen Mo è stata pubblicata dall’Istituto Samantabhadra nel 2008  e si compone di tre volumi che ricalcano fedelmente lo schema di suddivisione dei capitoli e la ramificazione degli argomenti dell’edizione originale inglese (Snow Lions di Ithaca). Si può fare richiesta del testo di studio presso la segreteria dell’Istituto. Gli insegnamenti inoltre vengono trasmessi gratuitamente sulla nostra pagina facebook. 
Il nuovo ciclo di insegnamenti verrà tradotto da Heda Klein

Domenica 24, il nostro Venerabile Lama residente Ghesce Dorji Wangchuk, guiderà il “Ritiro residenziale di Vajrasattva” con insegnamenti, trasmissione e recitazione del Mantra e meditazioni guidate. La pratica di Vajrasattva è una delle pratiche di purificazione più potenti ed efficaci che ci liberano dal karma negativo accumulato in questa vita e nelle vite passate. Se desideriamo ottenere una buona rinascita nelle nostre vite future è importante purificare il karma negativo. La purificazione delle negatività influisce notevolmente anche sul nostro progresso nel sentiero spirituale. Il ritiro si terrà solo al raggiungimento di un minimo di 15 partecipanti.

L’Istituto si finanzia unicamente con le offerte. Non c’è prezzo per gli insegnamenti del Buddha: il Dharma è troppo prezioso, lo si può ricevere solo in dono. Se oggi possiamo ancora ricevere i preziosi Insegnamenti del Buddha da Maestri altamente qualificati, è grazie ai praticanti e ai volontari che con il loro contributo e impegno sostengono da oltre 30 anni l’Istituto Samantabhadra. Per coprire le spese di affitto e di gestione che ci permetteranno di continuare le nostre attività, ognuno è invitato a fare un’offerta.